Cronobiologia e cicli planetari – parte I

Terra-sole-e-luna-a26329849 (1) I cicli naturali che più influenzano e scandiscono la vita umana (almeno quelli che agiscono in modo più diretto e importante) sono quelli detti luni-solari, cioè il ciclo circadiano (giornaliero), quello lunare (mensile) e quello solare (annuale). Questi tre cicli celesti hanno un’importanza fondamentale sulla sfera bio-psichica e fisica dell’essere umano.

Dunque:  Sole – Luna – Terra.

 

influsso della radiazione solare -fludd

Come la medicina spagyrica ed ermetica insegnano  sono gli influssi o radiazioni cosmiche (dette anche Spiritus Mundi, oppure Nitron celeste ecc..)  a dover essere considerati quali forze vitali potenti che influenzano e dirigono i processi trasformativi inerenti la “biosfera”. La “luce” rientra fra questa banda di radiazioni -tanto che una specifica operazione spagyrica prevede l’elevazione di un preparato vegetale ad un più alto grado di efficacia attraverso l’esposizione ai raggi solari e lunari. (ved. immagine a lato).

Questa luce/radiazione ha non solo un aspetto quantitativo l’unico studiato dalla scienza moderna)  ma anche uno qualitativo: prevalenza di almeno una delle qualità fondamentali (caldo, freddo, umido, secco).  La luce lunare ad esempio è fredda, quella del Sole è calda. Essa inoltre una assume valenza specifica particolare, a seconda del momento, quello che C.G. Jung chiamava “tempo qualitativo”.

Partendo dal più prossimo a noi di questi corpi celesti, la nostra Terra, si origina il ciclo temporale più breve: quello giornaliero. L’alternanza di luce/tenebra influisce sul sonno, sui processi di controllo dell’umore, sul sistema endocrino, e infine sulla circolazione del qi nel sistema dei meridiani, secondo la Medicina Cinese. Il ciclo del giorno ha inizio alla mezzanotte, il momento di massima tenebra (non all’alba perché il buio è la dimensione che segna l’origine, la vita comincia nel buio, per analogia si pensi che questo momento corrisponde al concepimento nella vita umana).  Un altro momento importante è l’alba, la “nascita” del giorno; ciò segna il passaggio dalle tenebre alla luce. Segue il mezzogiorno, in cui c’è il massimo della luce e della radianza solare, opposto alla mezzanotte. Poi il tramonto, altra fase di transizione importante come l’alba ma opposta, dove si inverte il passaggio dalla luce alle tenebre.

Questi momenti hanno un particolare significato bio-energetico. Sono punti “angolari” della struttura quadripartita del giorno e segno fasi di cambiamento. Compiere una determinata azione in questi passaggi che sono di cambiamento ne rafforza l’azione e favorisce il cambiamento in noi se ciò che si fa è conforme. Ad esempio i rimedi sottili (omeopatici, spagyrici, floriterapici ecc..) se assunti in questi particolari momenti vengono potenziati, o meglio è l’organismo umano ad essere aperto maggiormente alla loro assimilazione. L’alternanza fra luce e ombra segna il passaggio nell’uomo fra lo stato cosciente della veglia e la dimensione del sonno e del sogno, con tutti i significati connessi.

mundus-subterraneus-kircher-moon-xphasesLa  Luna è il corpo celeste più prossimo alla Terra, e determina il secondo ciclo in ordine di durata.  Secondo gli insegnamenti delle discipline sopra ricordate, la Luna è il collettore e il filtro delle “influenze” provenienti dagli altri pianeti e più oltre dalle altre regioni del cosmo. Tutto ci arriva mediato dall’astro lunare.  Sul piano fisico la sua azione è prevalentemente di tipo gravitazionale, che osserviamo soprattutto sui liquidi terrestri, compresi quelli fisiologici e la linfa nei vegetali. Non è dunque un caso che tradizionalmente fosse associata a divinità femminili e, per altri versi, a quelle delle Acque. Nei 28 giorni della lunazione si ripete la stessa quadripartizione che abbiamo visto per la giornata,vi è dunque:

  • Novilunio -che corrisponde al momento della “mezzanotte”.
  • Primo quarto, luna crescente – che corrisponde al momento dell’alba.
  • Plenilunio – che corrisponde al mezzodì.
  • Ultimo quarto, luna calante – che ricorda il tramonto.

Tutte le fasi del ciclo lunare e i relativi intervalli comportano una variazione di umore nell’ uomo.  L’alterazione “umorale” si evidenzia nell’andamento dell’ attività ormonale, fenomeno massimamente visibile nel ciclo mestruale della donna. Tuttavia non si deve pensare che l’azione della luna sia limitata solo a questo caso, sebbene nella donna la sua influenza sia massima. In realtà, tutte le volte in cui avviene il rinnovo della Luna (Novilunio), ogni 28 giorni, qualcosa ricomincia, non solo nel cielo e sulla terra, ma anche nell’essere umano:  ad ogni novilunio corrisponde una micro-rinascita biologica che, saputa sfruttare, può essere saggiamente impiegata, ad esempio per disintossicarsi. Per le stesse ragioni le fasi di Luna calante vanno impiegate per terapie drenanti e disintossicanti. La Luna crescente va invece sfruttata per tonificare un organo o rafforzare una funzione (è ovvio che qui si sta parlando di rimedi dotati di un elemento vivente, non di un farmaco di sintesi).  L’apice del Plenilunio amplifica al massimo l’azione terapeutica.

In generale la lunazione -con le sue fasi di nascita e declino- è in sé una unità completa (un “microcosmo”) pertanto sarà necessario che una terapia sia protratta per almeno una lunazione intera per dare benefici duraturi e possa dare delle modificazioni significative  nel paziente.

continua…

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...